>> HOME >> ITINERARI CHIA

Sardegna - Domus de Maria - Chia

Gli itinerari della Baia di Chia e dintorni

Il primo suggerimento utile per il turista che altre al mare vuole apprezzare le altre tante bellezze della Baia di Chia e dei suoi dintorni è quello di non lasciarsi sopraffare dalla solita routine casa-spiaggia... anche se per molti questa non sarebbe una prospettiva poi così deprecabile. Del resto qui a Chia basta spostarsi di poco per rendersi conto delle indescrivibili bellezze della Sardegna.

Quest'isola infatti, non è solo mare azzurro e cristallino e splendide spiagge, ma è anche storia e cultura. Lo dimostrano in primo luogo le tanti torri di avvistamento disseminate qua e là lungo tutta la costa risalenti all'epoca della dominazione spagnola. Si pensi alla stessa Torre di Chia (praticamente il vero e proprio "logo" della Baia di Chia), oppure alla Torre del Cortellazzo a Pula, o alla Torre di Malfatano e alla Torre di Pixinnì a Teulada, che sicuramente vale la pena andare a vedere ( se non altro per i bei panorami di cui i può godere dai promontori su cui esse sorgono)

Visto che siamo in tema di "bei panorami" sicuramente consigliata una passeggiata fino a Capo Spartivento. Un percorso a piedi di circa venti minuti, semplice, vi condurrà fino al faro che sorge in questa località e che ne prende il nome. Ideale da percorre a piedi oppure in mountain bike anche il Sentiero che costeggia l'isola di Bithia e che porta in direzione di Pula

Per chi ama il verde, invece, non può lasciare Chia senza prima aver fatto visita alla Foresta di Is Cannoneris dove lo attendono splendide escursioni e passeggiate in mezzo ai boschi.

In una vacanza completa ed equilibrata poi non può mancare anche un pò di cultura. E se vorrete non ci sarà neppure bisogno di rinunciare al mare. Basta, infatti, organizzare una giornata di mare sulla Spiaggia di Nora nei cui pressi sorgono la Chiesa di Sant'Efisio, estremamente cara a tutti i Cagliaritani, e le rovine dell'antica città di Nora, fondata dai fenici e poi trasformata dai romani in città termale e i cui reperti sono custoditi presso il Museo Archeologico Patroni di Pula. Da non dimenticare poi che i fenici lasciarono le loro tracce anche nei pressi di Chia, fondando la città di Bithia, sull'Isula Manna.

Infine, per gli irriducibili del mare un piccolo suggerimento. Se venite in vacanza a Chia non dimenticate di trascorrere almeno una giornata sulla Spiaggia di Tuerredda, una delle più belle spiagge del comune di Teulada.